Quali sono i belvedere più belli e meno conosciuti di Matera?

Matera gode di molti angoli da cui poter ammirare il suggestivo panorama dei Sassi e del Parco Murgia.
Ti suggeriamo i belvedere più conosciuti e facili da raggiungere, ma anche quelli più nascosti e meno affollati. Con un pizzico di fatica in più, sapranno premiarti e troverai la pace dei sensi immerso nella bellezza di scenari mozzafiato. Per gli amanti della fotografia, qui potrete sbizarrirvi scattando foto dei Sassi da tutte le angolazioni.

1. Dal belvedere di Piazza Pascoli, a pochi passi da La Goccia, la scultura di Kengiro Azuma, puoi ammirare la bellezza del Sasso Caveoso, dove le abitazioni sono quasi completamente scavate nella roccia e per lo più intatte rispetto al passato. Davanti a te, su una grossa rupe calcarea che si erge nel mezzo del Sasso Caveoso, ammira la chiesa della Madonna dell’Idris, una delle quasi 150 chiese rupestri, cioè scavata nella roccia, di Matera.

Livello: Facilissimo! Il Belvedere è all’inizio di via Ridola, in pieno centro.

2. Il Belvedere Luigi Guerricchio (amato artista di questa terra) si trova nella centrale Piazza Vittorio Veneto, proprio sopra gli ipogei del Palombaro (ti consigliamo di visitarlo, resterai impressionato!), a destra della piccola chiesa di Materdomini, commissionata dai cavalieri di Malta. Davanti a te si staglia la Cattedrale che sovrasta la Civita, il nucleo centrale dei Sassi.

Livello: Facilissimo! Più centro di così non si può

3. Da Piazza Duomo, davanti alla Cattedrale di Matera, puoi ammirare quasi interamente il Sasso Barisano che deve il suo nome al console romano Barisanus, ma nella tradizione comune è così denominato perché rivolto verso la vicina Puglia e quindi sulla strada che portava a Bari.

Livello: troppo facile. Se siete al Piano (il modo tutto materano di chiamare il centro storico appena fuori i Rioni dei Sassi) ci arrivate con una piacevole passeggiata da via delle Beccherie

4. Questa è una chicca che pochi turisti conoscono. Proseguendo su via San Biagio (non perderti una visita alla meravigliosa chiesa in stile gotico di San Giovanni Battista) fino a via Santa Cesarea, troverai sulla destra delle scalette che ti porteranno su un piccolo spiazzo. Ti troverai proprio alle spalle della Chiesa di San Pietro Barisano e potrai ammirare da vicino il suo campanile.

Livello: manco te lo dico quanto è facile arrivarci da piazza Vittorio Veneto!

5. Il Belvedere di Murgia Timone gode sicuramente di uno dei punti di vista più affascinanti della città. Ma come tutte le cose belle, devi sudare un po’ per arrivarci. Per gli amanti della natura e del trekking consigliamo vivamente di fare il sentiero pedonale che da Porta Pistola ti condurrà giù al torrente Gravina. Per attraversarlo puoi usare il ponte tibetano di recente costruzione fino a risalire la Murgia. Ti assicuriamo uno spettacolo mozzafiato ad attenderti in cima e sul sentiero potrai incontrare flora e fauna caratteristiche del Parco Murgia.

Livello: medio – difficile. Se hai mangiato troppa focaccia da Paoluccio, meglio aspettare la fine della digestione. Se proprio non vuoi saperne di fare dell’attività fisica, sveliamo ai più pigri, o a chi purtroppo non ha tempo, la strada da fare in auto per raggiungere il Belvedere di Murgia Timone.

6. Questo belvedere si trova già nel cuore dei Sassi. Segui le indicazioni che da via Bruno Buozzi ti portano alla chiesa rupestre della Madonna dell’Idris e una volta arrivato all’ingresso giraci attorno. Sul retro della chiesa scavata nella roccia solo il panorama sul Parco Murgia ad attenderti. Occhio a non sporgerti troppo!

Livello: medio-facile. Sul percorso sono presenti delle scale da salire

7. Anche questo piccolo balconcino si trova nei Sassi davanti l’ingresso della Chiesa di Sant’Agostino a cui si accede da Via D’Addozio. Questo angolo regala una bellissima prospettiva da cui fotografare i Sassi

Livello: medio – facile. Se venite dai Sassi vi attende una salita

8. Il Belvedere della chiesa di Madonna delle Vergini è raggiungibile in auto dalla strada che porta a Taranto. La strada non è in condizioni ottime, perciò consigliamo di non farla se le condizioni meteo sono avverse. Per informazioni su come arrivarci, leggi il post su come raggiungere il Belvedere Murgia Timone.

Livello: difficile. La chiesa rupestre della Madonna delle Vergini è raggiungibile anche a piedi, attraversando il Torrente Gravina e il Parco Murgia, ma si tratta di un percorso per esperti, raccomandiamo di richiedere informazioni ad una Guida accreditata.

(Visited 780 times, 1 visits today)
CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter

Comments

comments